Razer Abyssus Essential & Goliathus Chroma - Recensione

Una combinazione colorata ed efficace in gioco a patto, però, di avere mani piccole.

Razer Abyssus Essential & Goliathus Chroma - Recensione
di NextHardware

Rilasciato in esclusiva per la Cina sotto il nome di Jugan, il nuovo mouse entry-level di Razer cambia nome e approda finalmente in occidente.

L'Abyssus Essential è un prodotto senza fronzoli con tecnologia RGB Chroma ed è il primo mouse Razer ad essere dotato della particolare illuminazione underglow in grado di illuminare la superficie su cui viene utilizzato.

A differenza del modello v2, la variante Essential eredita le forme del primo Abyssus rilasciato ben otto anni fa, caratterizzato da una struttura a design ambidestro estremamente compatta.

Sotto il cofano è installato un sensore ottico da 7200 DPI reali con velocità di tracciamento di 150 pollici al secondo ed accelerazione di 30g, probabilmente l'ottimo PixArt PMW 3330 montato su gran parte dei mouse della stessa fascia.

Ad accompagnare il lancio dell'Abyssus Essential e anche le nostre prove in laboratorio ci pensa il nuovo Goliathus Chroma, storico mousepad dell'azienda californiana che aggiunge, ora, un'innovativa illuminazione RGB tramite fibra ottica alle sue caratteristiche di base.

La microtrama del Goliathus Chroma offre un'elevata precisione nei movimenti senza penalizzare troppo la scorrevolezza del mouse e ne garantisce la massima compatibilità con tutti i livelli di sensibilità e tecnologie di sensori.

Come le varianti standard, il Chroma sarà disponibile non solo nella classica taglia media, ma anche in versione estesa con una larghezza tale da contenere comodamente tastiera e mouse.

Dopo la nostra analisi …

L'arrivo dell'Abyssus Essential sul mercato occidentale è stato inatteso quanto inaspettato: il nuovo mouse gaming va ad arricchire ulteriormente la fascia medio/bassa del produttore californiano affiancando il modello Abyssus v2, la tastiera Cynosa Chroma e le cuffie Electra v2.

É quindi ora possibile creare un setup da gioco economico senza rinunciare alle caratteristiche che hanno reso celebri i prodotti Razer come, ad esempio, l'ottima qualità costruttiva e la spettacolare tecnologia RGB Chroma, presente su questo modello in esclusiva per la gamma Abyssus, a cui affianca l'illuminazione underglow.

Il design ambidestro deriva dal primissimo modello di Abyssus rilasciato nel 2010 ed è caratterizzato da una superficie compatta ed una curvatura ridotta della zona dorsale che favorisce la presa Fingertip.

Il sensore installato è di tipo ottico, presumibilmente un PixArt PMW 3330 vitaminizzato, con una risoluzione massima pari a 7200 DPI, ed è risultato assolutamente preciso e stabile durante le nostre prove.

La bontà del progetto, l'illuminazione underglow e la presenza di un sensore ottico estremamente preciso non riescono comunque a giustificare l'assenza di almeno un pulsante personalizzabile e dei sidegrip laterali, oramai indispensabili e presenti anche su mouse di fascia bassa.

Discorso opposto per quanto concerne il Razer Synapse 3, aggiornato settimanalmente dall'azienda e che rappresenta uno dei migliori software di gestione disponibili, sia in fatto di stabilità che di possibilità di personalizzazioni.

Il prezzo su strada del nuovo Abyssus Essential si attesta sui 49,99€, lo stesso del modello v2, in parte giustificato dalle prestazioni offerte ma che, a nostro avviso, è da rivedere verso il basso.

La vera star di questa recensione è senza alcun dubbio il Goliathus Chroma, il nuovo mousepad in tessuto capace di illuminare l'intera cornice con un singolo LED RGB tramite un filamento di fibra ottica spesso 3mm.

La superficie è realizzata con materiali di qualità ed il tracciamento del sensore è impeccabile, con una stabilità di appoggio notevole garantita dalla base in gomma naturale.

Il prezzo, di circa 39,99€, ovvero circa 15€ in più rispetto alla versione standard della medesima taglia, non è proprio contenuto, ma Razer, si sa, non fa sconti a nessuno.

La recensione completa è disponibile su Nexthardware.