Come rimanere in salute usando diversamente il computer

E, allo stesso tempo, dormendo meglio

usare computer modo ergonomico
TiscaliNews

"Il tuo pc ti sta uccidendo". Può sembrare una affermazione azzardata, ma la dura verità è che molti stanno perdendo anni della propria vita per colpa di un utilizzo improprio del computer.

Danni alla vista, problemi alla colonna vertebrale, atrofie muscolari e aumento di peso sono solo alcuni dei problemi che potrebbero riguardarvi in futuro (se già non ne soffrite).

Eppure, con un minimo sforzo è possibile mitigare questi effetti nefasti.

Vuoi navigare senza limiti a 1 Gigabit con la vera fibra ottica? Clicca qui per verificare se la tua zona è coperta e per scoprire l'incredibile tariffa di Tiscali UltraFibra Giga!

Cominciamo con alcuni consigli per migliorare la postura che vi richiederanno solo pochi minuti al giorno:

1) Allineate il corpo sia da seduti che in piedi

Qualsiasi posizione da seduto, anche la migliore, può essere stancante. Cercate di stare dritti e di allineare orecchie, spalle e fianchi in una linea verticale ideale. Evitate posizioni sbilanciate: non incrociate le gambe in modo asimmetrico, non appoggiatevi da una parte, non restate con la testa inclinata.

2) Alzatevi e muovetevi

Quando i muscoli si stancano diventa molto più probabile assumere una postura errata, meno equilibrata, che porta ad avere più pressione sul collo e sulla schiena. Per mantenere una postura che sia al tempo stesso rilassata e corretta, cambiate spesso posizione, magari ogni 30 minuti per farvi un giretto di qualche minuto.

3) Usate supporti e sedie da ufficio ergonomici

Le sedie da ufficio con supporto regolabile per la schiena sono l'ideale per trascorrere lunghe ore seduti. Molto efficaci sono anche i cuscini, i supporti lombari e le pedane, accessori studiati appositamente per minimizzare il carico sulla schiena.

4) Provate a stare in piedi

Se possibile, sia a casa che in ufficio usate una scrivania alta che vi costringa a stare in piedi: in questo modo sarete  costretti a usare i muscoli delle gambe e sarà meno probabile mettersi in una postura errata.

5) Fate qualche esercizio "da scrivania"

a) Sedetevi dritti e sollevate le braccia sopra la testa, tenendo dritti i gomiti. Intrecciate le dita e piegatevi lentamente a destra, poi a sinistra;

b) Incrociate la gamba sinistra sulla destra e sistemate il braccio destro sulla gamba sinistra, guardate sulla spalla sinistra e torcete leggermente il corpo: ripetete la stessa cosa dal lato opposto;

c) Allungate la gamba sinistra puntando le dita dei piedi prima in avanti, poi all'insù, ripetete per 5 volte e fate la stessa cosa con l'altra gamba.

Una volta migliorata la postura, possiamo parlare di come ridurre l'affaticamento visivo.

Dopo lunghi periodi trascorsi davanti al monitor sentite una certa secchezza oculare, prurito, occhi che lacrimano, vista sdoppiata, mal di testa, capogiri o addirittura nausea? In caso affermativo, state sottoponendo i vostri occhi a sforzi eccessivi.

Una delle cause principali dell'affaticamento visivo è rappresentata da un monitor troppo luminoso rispetto alla luce ambientale. La brillantezza, in effetti, dovrebbe essere intensa durante il giorno, e attenuata di notte.

Per mitigare il problema si può usare un programma, F.luxdisponibile per Windows, Mac e Linux, che regola automaticamente la temperatura colore del vostro monitor a seconda dell'ora. Durante il giorno, il monitor è luminoso; di notte si attenua e proietta una leggera ombra colore arancio, riposante per gli occhi. E, in definitiva, contribuisce a dormire meglio (così dice chi l'ha provato).

Ovviamente questa colorazione, anche se molto leggera, si può disabilitare quando si lavora con progetti grafici in cui la neutralità dei colori è fondamentale.

E se provassimo a fare qualche pausa ogni tanto?

E' semplice: ogni 20 minuti si fa un break per farsi una camminata, muoversi, andare da un piano all'altro, salire/scendere le scale o fare dei piccoli esercizi fisici. E se ce ne dimentichiamo perchè siamo troppo assorbiti dal lavoro? Nessun problema, si usa l'utility per Windows Big Stretch Reminder.

Il programma, che occupa pochissime risorse, si occupa di ricordarvi periodicamente (ad intervalli regolabili) quando arriva il momento di fare una pausa tramite un fumetto a comparsa o con altre modalità.

Ma soprattutto, cercate di rilassarvi per due minuti senza toccare nè mouse nè tastiera. Magari andando su questo sito.

I PC possono essere molto stressanti, ma non lasciate che prendano il sopravvento!