Come alleviare e prevenire l'affaticamento visivo provocato dal computer

5 segnali indicano che possiamo soffrirne

sindrome affaticamento visivo da computer
TiscaliNews

Se trascorrete tante ore davanti al pc, è probabile che le vostre giornate seguano un andamento regolare. Magari al risveglio vi sentite abbastanza bene, ma alla fine della giornata vi vengono mal di testa, occhi arrossati e una sensazione generale di stanchezza.

Un motivo potrebbe risiedere in posture scorrette, errati posizionamenti del monitor e altri problemi fisici. Un'altra ragione, però, potrebbe essere dovuta all'affaticamento visivo causato dall'uso del computer, che riguarda ben il 90% degli utilizzatori intensivi di pc.

L'astenopia (nome scientifico dell'affaticamento visivo) si verifica quando gli occhi rimangono focalizzati su un oggetto a distanza ravvicinata (come un cellulare o il monitor del pc) per talmente tanto tempo da sforzare i muscoli oculari.

Nel corso della giornata i muscoli oculari si affaticano e perdono la capacità di mettere a fuoco in modo ottimale. Col passare del tempo la tensione dei muscoli aumenta, l'ammiccare diminuisce, si verificano un disagio generale e diversi altri sintomi.

Navigate meno, ma navigate meglio con Tiscali UltraFibra, la fibra ultraveloce fino a 1 Giga!

 

Se non siete del tutto sicuri di soffrire di affaticamento visivo, controllate i seguenti sintomi, e pensate se ne avete sofferto, quando avete usato il pc, per più di tre ore:

- Affaticamento visivo

In casi leggeri, l'affaticamento si può presentare come una difficoltà nel mettere a fuoco gli oggetti, in particolar modo quando si rifocalizza rapidamente da una distanza a un'altra. Quando peggiora, l'affaticamento visivo può condurre a dolore o disagio oculare.

- Occhi irritati

All'inizio si può sentire prurito, ma quando la condizione peggiora gli occhi possono iniziare a bruciare. Può persino insorgere un arrossamento significativo. Tutti questi segnali indicano che gli occhi si stanno seccando.

- Visione appannata

Il testo e le immagini diventano confusi anche quando sembra che gli occhi siano focalizzati correttamente. In alternativa, potreste vederci doppio. Se il responsabile è la sindrome da affaticamente visivo, l'appannamento se ne andrà dopo un po' di riposo.

- Mal di testa o capogiri

Sia il mal di testa che i capogiri sono segni che l'affaticamento visivo da computer si è trasformato in qualcosa di più serio. Dovreste farvi controllare da un dottore se questi sintomi durano più di un giorno.

- Dolori al collo e alle spalle

Man mano che la vista peggiora e i fastidi aumentano, il vostro corpo si regolerà da solo in modo subconscio così da poter vedere meglio. Questo comportamento conduce a una postura sbagliata che influenza collo, spalle e persino la schiena.

E' meglio occuparsi del problema appena gli occhi sembrano tesi o indolenziti, invece di trascinarlo per settimane, mesi o anni. La guarigione è possibile quanto prima si affronta il problema.

In genere l'affaticamento visivo è temporaneo e comincia a risolversi quando non si usa più il computer o il cellulare. Nei casi più leggeri, gli occhi torneranno normali in poche ore o il mattino seguente.

Come alleviare e prevenire l'affaticamento visivo da computer

Per avere un sollievo immediato potete usare lacrime artificiali, facilmente acquistabili in farmacia o online. I computer provocano la sindrome dell'occhio secco perchè diminuiscono l'ammiccamento quando si fissa il monitor: minore ammiccamento, uguale minore lubrificazione oculare. Le gocce possono istantaneamente dare sollievo a occhi secchi, irritati e pruriginosi.

Verificate il livello di umidità presente in stanza. Più asciutto è l'ambiente in cui state, più velocemente l'umidità evaporerà dagli occhi. La percentuale ideale di umidità ambientale per chi lavora al computer è tra il 30 e il 50%.

L'ideale sarebbe attenersi alla regola 20-6-20: ogni 20 minuti osservate qualcosa che sia a 6 metri di distanza per almeno 20 secondi. Concedere un po' di riposo ai muscoli oculari può rimandare - o persino evitare - l'insorgenza di affaticamento e tensione oculare.

Sistemate il monitor nella miglior posizione possibile. Come minimo dovrebbe trovarsi alla distanza di un braccio (mezzo metro circa) dagli occhi. Quando guardate dritto, gli occhi dovrebbero allinearsi alla parte superiore del monitor. In generale, gli occhi dovrebbero guardare dall'alto verso il basso.

Occhio alla luminosità dello schermo. Quando siete in dubbio, meglio più chiaro che più scuro. Uno schermo più luminoso provoca il restringimento delle pupille, che aumenta la gamma focale e consente agli occhi di mettere a fuoco lo schermo con minore sforzo. Poi, meglio caratteri grandi che piccoli.

Considerate, se già non li avete, l'acquisto di un paio di occhiali per l'utilizzo con i computer. Questo tipo di occhiali è come quelli per lettura, ma sono più indicati perchè facilitano la messa a fuoco e richiedono minori sforzi. Potete comprarne un paio da farmacia o da supermercato, ma la cosa ideale sarebbe farsi preparare una prescrizione dal proprio oculista di fiducia.