Come inviare email in modo del tutto anonimo

5 metodi efficaci

email anonime
TiscaliNews

Avete mai avuto la necessità di inviare email anonime? Un motivo potrebbe essere per dichiarare in segreto il vostro amore a qualcuno. Oppure potreste essere un giornalista che deve comunicare con un informatore... ci sono tanti motivi (legittimi) per voler inviare email anonime.

Diversi servizi online permettono di farlo gratuitamente. In alternativa, potreste usare una VPN e un account di posta a perdere.

Vuoi navigare senza limiti a 1 Gigabit con la vera fibra ottica? Clicca qui per verificare se la tua zona è coperta e per scoprire l'incredibile tariffa di Tiscali UltraFibra Giga!

Al giorno d'oggi è facile inviare email senza rivelare la propria reale identità. In questo articolo vi insegneremo come inviare email anonime usando cinque tra i più efficaci metodi che abbiamo trovato in giro.

1) Account di posta temporaneo + VPN

L'utilizzo di un account di posta basato su Web come Gmail rappresenta un'ottima scelta. Un account Gmail si può sottoscrivere senza fornire informazioni personali reali, poi si può usare quell'indirizzo come una sorta di account di posta temporaneo.

Quando si inviano email anonime da Gmail, l'IP di partenza è quello dei server di Google, non quello del vostro computer. E' un modo molto comodo per nascondere il vostro indirizzo IP reale agli occhi del destinatario.

Se qualcuno volesse tracciare l'IP che appare quando si invia una email dall'account online di Gmail non farebbe altro che arrivare al server Google a lui più vicino. Detto ciò, l'indirizzo IP reale è conservato nei server di Google, quindi se qualsiasi autorità di pubblica sicurezza lo richiedesse, Google dovrebbe fornirglielo.

Se questo livello di privacy per voi non è abbastanza potete aggiungere un altro livello di anonimizzazione cifrando la connessione con un servizio di VPN. Meglio evitare quelli gratuiti e rivolgersi a VPN famose come ExpressVPN o CyberGhost.

Una volta collegati, potrete usare Gmail attraverso la VPN cifrata. Adesso, quando entrerete nel vostro account Gmail per inviare una email l'IP di origine verrà sempre mostrato come uno dei server di Google, ma con due differenze: la prima è che il server di Google molto probabilmente non sarà vicino a voi (dal punto di vista geografico), la seconda è che se a Google venisse chiesto di mostrare il vostro effettivo IP potrebbero solo fornire l'IP del servizio di VPN.

2) Client email + VPN

Un'altra soluzione che evita la necessità  di usare un servizio di email anonime qualsiasi consiste nell'usare un client di posta come Thunderbird su PC.

Per far sì che questo approccio funzioni dovrete seguire tre passi:

- creare un account di posta usa e getta (anche Gmail va bene)

- installare Thunderbird (o qualsiasi altro client di posta elettronica) e collegarlo all'account di posta appena creato

- collegarvi a un servizio VPN

Aprite il vostro servizio VPN preferito, quindi, e assicuratevi che il vostro computer abbia un indirizzo remoto. Adesso potrete mandare una email con l'account usa e getta usando il client di posta come avreste fatto normalmente.

La differenza è che adesso, invece dell'header contenente l'indirizzo IP effettivo di origine mostrerà l'indirizzo IP della VPN situato chissà dove. E' un modo rapido e facile per inviare email anonime con uno sforzo minimo.

3) AnonEmail

AnonEmail è un servizio offerto dal famoso anonimizzatore AnonyMouse che permette di inviare email anonime reinviando la email diverse volte attraverso nodi casuali, rendendo impossibile il tracciamento al contrario.

In AnonEmail si scrive il destinatario, l'oggetto e un messaggio di testo. Diversamente da molti altri servizi, AnonEmail non conserva il vostro IP (almeno, così sembra).

Come misura accessoria di sicurezza, AnonEmail aspetta un periodo di tempo indeterminato prima di inviare effettivamente la email. Il motivo? In questo modo nessuno potrà dimostrare la vostra "colpa" basandosi su orario o podizione, o fare presunzioni geografiche basate su fusi orari.

Attenti però, perchè le indagini delle autorità si possono rivelare difficili, ma non impossibili...quindi non commettete niente di illegale perchè non esistono metodi sicuri al 100% per "nascondersi".

4) Send Anonymous Mail 

Proprio come dice il nome in inglese, anche questo è un servizio basato su web per l'anonimizzazione delle email. Nonostante non garantisca il completo anonimato di AnonEmail, rappresenta l'opzione più semplice da usare.

Potrete specificare l'indirizzo del mittente e un indirizzo di partenza fake per il vostro messaggio segreto. Questo servizio registra il vostro indirizzo IP, per questo dovrete usare un servizio di VPN se volete coprire le vostre tracce.

Inoltre, né Send Anonymous Mail né consentono al destinatario di rispondere alla email, perciò queste soluzioni sono l'ideale solo se dovete mandare un messaggio a senso unico.

5) ProtonMail 

Se vi serve un servizio che dia la possibilità di replicare al destinatario in modo del tutto sicuro e anonimo, ProtonMail è una buona soluzione, ed è stato usato con successo da giornalisti in regimi politici abbastanza "critici".

Alcune delle funzioni di ProtonMail comprendono:

- crittografia end-to-end: i messaggi non solo vengono cifrati quando vengono inviati dai server di ProtonMail, ma vengono cifrati anche tutti i messaggi salvati. Senza l'accesso all'account di ProtonMail nessuno può accedere ai vostri messaggi.

- i dati dell'utente sono privati: il processo di cifratura di ProtonMail, che utilizza una chiave di cifratura sul vostro computer, implica che nemmeno gli amministratori di sistema di ProtonMail possono accedere ai vostri messaggi. Come svantaggio, però, ciò significa che nemmeno loro potranno recuperare (eventualmente) il vostro account.

- crittografia open source: dal momento che ProtonMail sfrutta delle librerie di cifratura open source, si può stare sicuri che non ci siano "backdoor" che permettano a chicchessia di accedere alle vostre email. Compresi hacker o amministratori di sistema.