SilverStone Raven RVX01 - Recensione

Un Mid Tower compatto e aggressivo, a chiara vocazione gaming.

SilverStone Raven RVX01 - Recensione
di CreoInteractive

Sin dalla sua fondazione, nel lontano 2003, SilverStone si è sempre contraddistinta per la progettazione di prodotti decisamente innovativi, in particolare case, che ne hanno decretato un rapido e duraturo successo.

L'apice della notorietà fu raggiunto con il rilascio sul mercato nella primavera del 2008 dello straordinario Temijin TJ07 considerato, ancora oggi, uno dei migliori modelli in circolazione.

Negli anni successivi la varietà di prodotti è aumentata in modo esponenziale e ha visto, sostanzialmente, la contrapposizione di due scuole di pensiero apparentemente molto diverse e incarnate, rispettivamente, dalla serie Fortress, contraddistinta da materiali pregevoli e linee raffinate, e la serie Raven, dal design estremamente "prepotente" e particolareggiato.

Il modello giunto in redazione rappresenta una new entry nella serie Raven che, dopo essere approdata anche nel settore degli ultra slim con gli RVZ01 e RVZ02, si affaccia anche nel mercato dei Mid Tower compatti attraverso la denominazione Raven X.

Si tratta di uno chassis ATX realizzato in plastica e acciaio che offre tutte le caratteristiche tipiche della serie in dimensioni più contenute, consentendo quindi l'installazione di sistemi da gaming anche multi-VGA all'interno del classico telaio con mainboard ruotata.

Le specifiche tecniche sono di tutto rispetto e, nonostante l'assenza degli slot da 5,25", molto simili a quelle di altri case della stessa categoria.

Il SilverStone Raven RVX01 è commercializzato in due varianti, una normale e l'altra con una finestra integrata nel pannello laterale, oltre che in tre diversi abbinamenti cromatici, ovvero nero e rosso, nero e verde e nero e blu.

Segnaliamo che durante il CES 2016 di Las Vegas sono state messe in mostra anche ulteriori varianti, ad esempio bianca con dettagli celesti, tuttavia non possiamo confermarvi se e quando arriveranno sul mercato.

Dopo la nostra analisi …

Il SilverStone Raven RVX01, essendo a nostro avviso il primo vero erede del modello RV01, è fatto per apparire e, sotto questo aspetto, il suo design riesce perfettamente nell'intento.

Il motivo è chiaro sin da subito, le forme sono molto simili alla prima edizione, l'aggressività è ai massimi livelli ed il case è fuori dagli schemi, allo stesso modo del suo predecessore.

I materiali utilizzati sono di buona qualità: pur trattandosi prevalentemente di plastica, ne abbiamo apprezzato la solidità mentre, la verniciatura, sia esterna che interna, è di pregiata fattura e piuttosto resistente.

Le dimensioni sono molto compatte, tanto da farlo sembrare quasi un case per schede madri microATX ma, nonostante ciò, l'installazione dei componenti è abbastanza semplice.

La dotazione accessoria è limitata, tuttavia, considerata la presenza di tre ottime  ventole Air Penetrator, non ci sentiamo di considerare questo aspetto un punto a sfavore.

Attenzione alle dimensioni delle schede video che volete utilizzare: come abbiamo scritto nella pagina relativa all'installazione dei componenti, le stesse non dovranno superare i 125mm in larghezza qualora fossero più lunghe di 245mm, quindi occhio alle soluzioni con dissipatore fortemente "customizzato".

Infine, sorvolando la questione del telaio superiore che, pur essendo palesemente un rimasuglio di qualche vecchio modello, è comunque in grado di adempiere al suo scopo, giungiamo alla nota dolente: il cablaggio.

Le dimensioni così esasperatamente compatte ne limitano fortemente lo spazio a disposizione per il passaggio dei cavi, in particolar modo sul retro del piatto mainboard che risulta pressoché inutilizzabile a tale scopo.

L'unica zona utile per nascondere quelli in eccesso è sul fondo del case, proprio in prossimità delle ventole che, di conseguenza, potrebbero risultare meno efficaci del solito.

Il prezzo, di circa 89€, aspetto di fondamentale importanza, è a nostro avviso appetibile per chi è alla ricerca di un case compatto, efficiente dal punto di vista termico e piuttosto appariscente, senza sborsare ingenti quantità di denaro.

La recensione completa è disponibile su Nexthardware.