HyperX Cloud Revolver S - Recensione

Dolby Surround 7.1 e qualità da vendere per le nuove cuffie gaming del celebre produttore a stelle e strisce.

HyperX Cloud Revolver S - Recensione
di CreoInteractive

Il Consumer Electronic Show di Las Vegas, uno degli eventi più importanti per il settore dell'elettronica di consumo, è stato l'eccezionale palcoscenico sul quale HyperX, divisione gaming di Kingston, ha annunciato le Revolver S, il suo secondo modello di cuffie 7.1 dopo le ottime Cloud II.

Il nuovo headset eredita tutte le caratteristiche del modello standard da noi recensito lo scorso anno, come la strepitosa e robusta struttura a banda sospesa, una coppia di driver al neodimio da 50mm e l'ottimo microfono modulare ad asta flessibile in una versione tecnicamente rivisitata.

Le HyperX Cloud Revolver S introducono inoltre un interessante e inedito controller in linea, dotato di scheda audio integrata, che consentirà di utilizzare la modalità Dolby Surround 7.1 completamente plug-and-play, senza cioè la necessità di un software dedicato, oltre ad offrire un valido strumento per la regolazione in tempo reale del volume e dell'attività del microfono.

In aggiunta, tramite il tasto dedicato, sarà possibile selezionare uno dei tre profili EQ realizzati ad hoc dall'azienda (Vocals, Flat, Bass Boost) in grado di dare una marcia in più all'esperienza di gioco.

La base, come abbiamo avuto modo di constatare durante la recensione del modello stereo, è estremamente solida e ben riuscita, motivo per cui non ci dilungheremo oltre per procedere spediti con un'analisi dettagliata cominciando dalle relative specifiche tecniche.

Veniamo al dunque …

Le HyperX Cloud Revolver S sono riuscite a convincerci pienamente confermando l'estrema bontà di questo progetto, già noto a noi di Nexthardware tramite il modello Stereo recensito ad aprile dello scorso anno, di cui non possiamo che ricordarne l'ottima qualità sia costruttiva che prestazionale.

La struttura di base, realizzata in plastica e metallo, è difatti estremamente robusta, resistente e leggera, caratterizzata da un design assolutamente gradevole a chiara vocazione gaming, ma senza esagerare ...



Le uniche differenze estetiche rispetto al modello Stereo coinvolgono le finiture, ora di colore bianco anziché rosso, mentre, per quanto concerne le caratteristiche, le Revolver S integrano un raffinato sistema di emulazione 7.1 certificato Dolby che, seppur lontano dai sistemi multicanale reali, riesce a garantire una buona resa della spazialità nei giochi e nei film.

La qualità audio restituita dalla coppia di driver al neodimio da 50mm è ottima per la fascia di appartenenza, con frequenze ben definite anche a volumi elevati.

Un po' meno sorprendenti invece i profili di equalizzazione predefiniti che, al di là dei gusti personali, non comportano grandi benefici per l'ascolto.

Non male il microfono a elettrete a pattern bidirezionale fornito a corredo, in grado di restituire una cattura dell'audio buona e priva di qualsiasi rumore di fondo.



L'utilizzo di un jack TRRS, uno sdoppiatore TRS ed una scheda audio con connessione USB, assicurano la totale compatibilità di queste cuffie con tutti i dispositivi multimediali attualmente in commercio, incluse tutte le console da gioco e, a tale proposito, ricordiamo che l'emulazione 7.1 è usufruibile solo da PC e PS4.

Arriviamo dunque al prezzo di vendita che si attesta sui 169,99€ IVA inclusa, quaranta in più rispetto al modello stereo, maggiorazione in parte giustificata dalle interessanti novità introdotte.



Tirando le somme, le HyperX Cloud Revolver S risultano essere una soluzione estremamente valida, forte di una struttura ottima e una qualità audio assolutamente convincente.

La recensione completa è disponibile su Nexthardware.