Corsair Crystal 460X RGB - Recensione

Vetro temperato ed un sofisticato sistema di illuminazione a LED per la gioia degli appassionati di modding.

Corsair Crystal 460X RGB - Recensione
di CreoInteractive

Tra i grandi assenti nel mercato dei case con pannelli in vetro vi era, fino al mese scorso, Corsair che, comunque, ha giustificato questo suo ritardo presentando lo strepitoso Crystal 570X RGB, un case in grado di differenziarsi dalla massa.

Il Corsair Crystal 460X, e la sua versione RGB oggetto di questa recensione, sono dei modelli leggermente più economici, ma non meno affascinanti, del Tower da noi recensito pochi giorni fa e rappresentano una rivisitazione più accattivante del recente Corsair 400C, un case molto interessante ma che, stranamente, non ha del tutto convinto il pubblico.

Entrambe le versioni del Crystal 460X dispongono di pannello sinistro e frontale in vetro temperato e sono ulteriormente impreziositi da un sistema di illuminazione a LED che sfrutta le potenzialità delle rinomate ventole Corsair AF140L per la versione base e le nuovissime SP120 RGB per quella oggi in prova.

A fronte di un leggero (ma impattante) cambio di look, l'interno dei 460X resta pressoché identico al 400C e permette in 440x220x464mm, l'installazione di schede madri ATX o inferiori, schede video lunghe fino a 370mm, dissipatori ad aria per CPU alti 170mm, alimentatori da 200mm e, lato storage, due drive da 3.5" e tre da 2,5".

Molto buona anche la predisposizione per ventole, con la possibilità di montarne tre da 120mm (tutte di serie nel 460X RGB) o due da 140mm sul frontale, due da 120/140mm sul top e una da 120mm sul retro.

Dopo la nostra analisi …

Il Corsair Crystal 460X RGB è, senza ombra di dubbio, un case ben fatto e decisamente innovativo grazie alle robuste lastre in vetro temperato illuminate dalle nuove e bellissime ventole SP120 RGB.

Data la sua compattezza e la sua struttura, non saranno visibili zone "vuote" e tutta la configurazione hardware risulterà, se assemblata con perizia, un vero e proprio quadro da poter ammirare, specialmente nel caso si rinunci agli ormai obsoleti dischi meccanici.

Il controller comprensivo di tre ventole (che se comprato a parte costa più di 60€) è un accessorio unico nel suo genere che permette di personalizzare alla perfezione il case in base allo schema cromatico dei componenti installati.

L'unico difetto, se proprio vogliamo trovargliene uno, è il poco spazio a disposizione per il cablaggio, in quanto i 16mm a disposizione tra il pannello di destra ed il vassoio per la mainboard non sono nemmeno completamente utilizzabili per l'ingombrante presenza del suddetto controller, e per l'eventuale installazione di un radiatore sul top che costringerà l'utente a scegliere sempre soluzioni particolarmente sottili.

Essendo un prodotto molto particolare, il prezzo, ovviamente, non è alla portata di tutti con i suoi 170€ IVA inclusa ma, a nostro avviso, pienamente giustificato per la qualità messa in mostra.

La recensione completa è disponibile su Nexthardware.