Cooler Master COSMOS C700P - Recensione

Qualità, stile ed innovazione si incontrano in un case praticamente perfetto ...

Cooler Master COSMOS C700P - Recensione
di NextHardware

La linea MasterCase, lanciata da Cooler Master nel corso del 2015 e contraddistinta da un nuovo concetto di modularità, denominato MasterConcept, ha preparato la strada a quello che può considerarsi un autentico capolavoro, un Full Tower 2.0 capace di fondere al suo interno materiali di prim'ordine, illuminazione RGB ed un grado di personalizzazione senza precedenti.

Stiamo parlando della nuova generazione del case al vertice dell'offerta del produttore taiwanese, ovvero il COSMOS C700P, consegnatoci per l'occasione in esclusiva per l'Italia.

La serie COSMOS ha avuto origine esattamente 10 anni fa, era infatti il 2007 quando Cooler Master presentò il COSMOS 1000, un case destinato a fare scuola e l'anno successivo fu la volta del primo restyling, il COSMOS S, ma ci vollero ben quattro anni per vedere la seconda generazione della serie con il COSMOS II.

A distanza di ulteriori cinque anni Cooler Master ha finalmente deciso di rinnovare la sua punta di diamante presentando al pubblico il COSMOS C700P in occasione del Computex di Taipei.

Pur restando fedele ad alcuni tratti del passato, il C700P si adegua ai tempi e abbraccia il vetro temperato e l'illuminazione RGB, ma le novità, ovviamente, non si fermano qui grazie ad alcune soluzioni che spingono questo case su un nuovo livello rendendolo, probabilmente, il punto di riferimento per la fascia enthusiast dei prossimi anni.

Si parte infatti dalla struttura, estremamente flessibile, con il supporto della scheda madre estraibile e rotabile, soluzione che consente di adattare il case a tre distinti layout (ATX, reverse ATX ed effetto camino) per passare, poi, alle cover interne che permettono di nascondere efficacemente il cablaggio non gradito alla vista, alle connessioni frontali che vengono aggiornate agli attuali standard quali USB 3.0 e USB 3.1 di tipo C e, infine, al controller interno capace di gestire fino sei ventole e tre canali RGB tramite i comodi pulsanti sul pannello frontale.

Veniamo al dunque …

Dopo oltre cinque anni dall'introduzione della seconda versione del COSMOS, Cooler Master ci ha stupito ancora una volta con il nuovo C700P: sebbene alcuni elementi stilistici siano stati mantenuti come segno distintivo della serie, tutto è stato completamente rivoluzionato.

Le robuste maniglie in alluminio che consentono di spostare "più agevolmente" il case, presentano ora linee più ricercate, mentre l'ampio pannello in vetro temperato con doppia curvatura lascia letteralmente a bocca aperta.

La completa modularità della struttura interna regala la possibilità di scegliere tra tre layout (ATX, reverse ATX ed effetto camino), una chicca che vediamo per la prima volta e che siamo certi riscuoterà un notevole consenso.

La "capacità di carico" che contraddistingueva i precedenti modelli è stata in parte sacrificata proprio per favorire la completa modularità e per far spazio alle paratie interne che trasformano questo case in un autentico palcoscenico per la componentistica hardware utilizzata.

Una parte del merito di questo bellissimo effetto va anche attribuito all'illuminazione RGB integrata che, nonostante sia rivolta principalmente verso l'esterno, riesce a circondare il case con un'aura cromatica spettacolare.

Paradossalmente il COSMOS C700P è talmente bello da sconsigliare ai professionisti del modding di metterci le mani in quanto potrebbero seriamente rischiare di peggiorarlo: meglio una sana integrazione di buon gusto!

Il peso non è ovviamente trascurabile, sia per le dimensioni che per l'impiego dell'acciaio e del vetro, ma è stato mantenuto vicino a quello della versione precedente, superando di poco i 22kg a vuoto.

La robustezza dei materiali impiegati è più che adeguata, un maggior spessore del metallo avrebbe avuto ripercussioni negative sul peso senza apportare sensibili benefici alla struttura in quanto costituita da molte parti avvitate tra loro.

Concludiamo con il prezzo di vendita, fissato al lancio in 334€ IVA inclusa, addirittura inferiore rispetto al COSMOS II e sicuramente più che giustificato dalla qualità complessiva e dalle innovazioni introdotte.

La recensione completa è disponibile su Nexthardware.