ASUS ROG STRIX Z370-E GAMING - Recensione

Una mainboard robusta e completa ad un prezzo decisamente abbordabile.

ASUS ROG STRIX Z370-E GAMING - Recensione
di NextHardware

Il 2017 è stato un anno straordinariamente prolifico per i produttori di schede madri, in quanto direttamente coinvolti nel botta e risposta a suon di processori e chipset tra gli eterni rivali Intel e AMD.

Nonostante ciò ASUS è sempre riuscita a tenere il passo e, grazie alle ingenti risorse a sua disposizione, a sfornare in tempo utile una completissima line up di schede madri in grado di accontentare tutte le tipologie di utenza.

Il colosso taiwanese, infatti, ha reso disponibili per l'ottava generazione di processori Intel desktop serie Core denominata Coffee Lake, limitatamente al chipset Intel Z370, le ennesime iterazioni dei modelli già visti con il precedente Z270.

Dopo la fenomenale MAXIMUS X APEX, è giunto in redazione il modello top della gamma STRIX dedicato al mondo gaming, capace di regalare buone soddisfazioni anche in altri ambiti grazie ad una dotazione di tutto rispetto.

La ASUS ROG STRIX Z370-E GAMING adotta un fattore di forma ATX (305x244mm), utilizza una robusta sezione VRM a 10 fasi Extreme Engine Digi+ ed è alimentata da un connettore ATX 24 pin e da un EPS 8 pin.

Sotto il profilo della connettività la scheda offre sei porte SATA III, due USB 3.1 Gen1, due USB 3.1 Gen2, Gigabit Ethernet, Wi-Fi dual band, Bluetooth 4.2 e due connettori M.2 PCIe 3.0 x4.

L'espandibilità è garantita da tre slot PCI-Express 3.0 x16 che consentono di realizzare configurazioni NVIDIA SLI o AMD mGPU e da ulteriori quattro slot PCIe 3.0 x1.

I quattro slot DIMM DDR4 di cui è dotata supportano fino a 64GB di RAM con una frequenza di 4000MHz (OC) in modalità dual channel.

La sezione audio è la consueta SupremeFX dotata del codec Realtek S1220A con doppio amplificatore operazionale ed una efficiente schermatura per un suono cristallino e senza distorsioni.

Ovviamente presente il sistema di illuminazione AURA RGB, in grado di creare effetti altamente personalizzabili e sincronizzabili con tutte le periferiche e componenti compatibili.

La connessione Ethernet è pilotata dal collaudato controller Intel i219-V ed è affiancata, in questa occasione, da un modulo Wi-Fi 802.11AC con supporto alla tecologia MU-MIMO e Bluetooth 4.2.

Come da tradizione ASUS, anche la dotazione software si rivela decisamente completa comprendendo, di fatto, tutta una serie di utilissimi applicativi come Sonic Studio III, Sonic Radar III, Game First IV, Fan Xpert 4 e ROG CloneDrive.

Dopo la nostra analisi …

La ROG STRIX Z370-E GAMING non ha tradito le nostre aspettative confermando la qualità e l'attenzione ai particolari che ritroviamo puntualmente in tutti i prodotti ASUS.

In particolare ci ha positivamente sorpreso l'effetto estetico dei dissipatori che hanno abbandonato l'anonimo nero della versione Z270 per un colore che cambia dall'acciaio inox all'argento in base all'angolazione della luce andando, insieme al pattern grigio chiaro presente quasi ovunque sul PCB, ad impreziosire il look di una mainboard che, alla fine, è dotata di un unico punto di illuminazione a LED RGB.

A tutto ciò si aggiunge la disponibilità di tre header AURA Sync, uno dei quali dedicato alle strisce LED di tipo "addressable", consentendo un ottimo livello di personalizzazione per gli appassionati del modding.

Nonostante siano state rilasciate numerose versioni di BIOS successive a quella da noi utilizzata, possiamo affermare di non aver riscontrato alcun problema o anomalia durante lo svolgimento dei nostri test a parte una tensione VCore lievemente "ballerina" nelle sessioni di overclock.

La dotazione è piuttosto completa per quanto concerne i comparti di storage, audio e connettività ma, trattandosi della STRIX in versione "Extreme" avremmo gradito la presenza di qualche porta USB 3.1 Gen1 aggiuntiva tra quelle disponibili sul back panel e, magari, anche del classico pulsante per effettuare il clear del CMOS al posto dello scomodo jumper presente on board.

Tuttavia siamo consapevoli che in qualche modo ASUS abbia dovuto differenziare la linea STRIX da quella MAXIMUS e, quindi, eliminato tutto ciò che può ritenersi non necessario per un normale utilizzo del PC, riuscendo così a contenere i costi di produzione.

La ASUS ROG STRIX Z370-E GAMING, disponibile presso i distributori ufficiali ad un prezzo di circa 245€, è indirizzata a chi non vuole spendere una follia per una piattaforma mainstream, ma non vuole neanche rinunciare alle prestazioni e a buona parte della dotazione di una scheda madre di classe premium.

La recensione completa è disponibile su Nexthardware.