ASUS ROG STRIX GeForce GTX 1070 Ti - Recensione

Solito look aggressivo, temperature contenute ed un potenziale in overclock davvero devastante ...

ASUS ROG STRIX GeForce GTX 1070 Ti - Recensione
di NextHardware

L'annuncio da parte di NVIDIA della nuova GeForce GTX 1070 Ti è arrivato come un fulmine a ciel sereno, una presentazione inaspettata, ma decisamente ponderata da parte del colosso di Santa Clara e, soprattutto, con uno scopo ben definito: contrastare la Radeon RX VEGA 56 di AMD.

Non a caso la nuova scheda video si posiziona un gradino sotto alla sorella maggiore GTX 1080, diretta concorrente del modello RX VEGA 64 che utilizzeremo come termine di paragone durante i nostri test.

Sul nostro banco prova è giunta una ROG STRIX GTX 1070 Ti, la soluzione personalizzata di ASUS realizzata intorno alla nuova GPU Pascal GP104-300 e dotata dell'immancabile sistema di illuminazione RGB compatibile AURA Sync.

La scheda è equipaggiata con lo stesso dissipatore DirectCU III visto sulla STRIX GTX 1080 Ti, che prevede una superficie di scambio termico maggiorata del 40% utilizzando, tra l'altro, la tecnologia proprietaria MaxContact.

Le ventole scelte sono tre unità da 85mm di tipo Wing Blade certificate IP5X, provviste di funzionalità 0db, che assicurano elevate prestazioni in overclock e rumore nullo quando la scheda lavora a basso carico.

A migliorare ulteriormente il raffreddamento e la gestione dei flussi interviene, inoltre, la tecnologia ASUS FanConnect II che offre connettori aggiuntivi per collegare le ventole installate nel case, il cui flusso sarà quindi regolato in base alle necessità della GPU.

Il PCB differisce ovviamente da quello standard ed integra componenti di qualità superiore, definiti Super Alloy Power II e dotati di una speciale lega anticorrosiva e termoresistente per massimizzare le prestazioni e ridurre in modo consistente eventuali fenomeni di coil whine a pieno carico, assicurando una maggiore stabilità in overclock.

Ricordiamo, infine, che la STRIX GTX 1070 Ti, così come tutte le attuali schede video ASUS di fascia alta, viene prodotta con la tecnologia Auto-Extreme, un processo produttivo completamente automatizzato che azzera completamente la possibilità che si verifichi un errore umano garantendo, così, un elevato standard qualitativo.

Dopo la nostra analisi …

Con l'uscita della GTX 1070 Ti possiamo dire che NVIDIA ha completato, con una strategia che si è dimostrata per lei estremamente proficua, l'offerta basata sull'architettura Pascal introdotta nel giugno 2016.

La straordinaria efficacia di questa generazione, ben superiore alla precedente, unita alla lunga assenza della concorrenza, ha consentito a NVIDIA di commercializzare i vari modelli al momento più opportuno ed il rilascio della GTX 1070 Ti, non a caso, è infatti avvenuto principalmente per competere con la "recente" RX VEGA 56 di AMD nella stessa fascia di prezzo.

Ovviamente NVIDIA si è ben guardata dall'infastidire la GTX 1080 che conserva, in virtù di un clock maggiore e delle memorie GDDR5X, un discreto margine (a rincarare, la dose ci pensano poi i vari titoli offerti in bundle).

E se quanto sopra non dovesse bastare, si è ben pensato di impedire ai partner di offrire frequenze superiori a quelle della Founders Edition per i loro "modelli custom", nonostante i dissipatori maggiorati avrebbero consentito un buon margine di manovra.

La ROG STRIX GeForce GTX 1070 Ti non fa certo eccezione e, nonostante l'imponente dissipatore DirectCU III, già apprezzato sulla GTX 1080 Ti, ha dovuto rinunciare alla sigla OC.

Poco importa, perché l'overclock è possibile e come! Grazie al dissipatore DirectCU III e ad una robusta sezione di alimentazione siamo riusciti, tramite il software GPU Tweak II di ASUS, ad ottenere un guadagno prestazionale di circa l'11%, con la GPU che in modalità boost ha superato i 2GHz riuscendo, di fatto, a raggiungere ed in alcuni casi superare la GTX 1080 Founders Edition.

Il prezzo su strada della scheda si aggira intorno ai 569€, a nostro avviso più che giustificato in virtù delle innumerevoli migliorie insite nel DNA della serie STRIX rispetto agli altri modelli.

In considerazione di quanto emerso nel corso della nostra analisi non possiamo che assegnare alla ASUS ROG STRIX GeForce GTX 1070 Ti il nostro massimo riconoscimento.

La recensione completa è disponibile su Nexthardware.