Hackerare smartphone a colpi di musica

Hackerare smartphone a colpi di musica
di Ansa

(ANSA) - MILANO, 16 MAR - I cyber attacchi possono essere sferrati anche a colpi di musica: le onde sonore sintonizzate su particolari frequenze possono infatti ingannare i sensori di accelerazione presenti in moltissimi dispositivi elettronici, rendendo di fatto possibile hackerare smartphone, computer, tablet, braccialetti elettronici e apparecchiature mediche, così come droni e perfino veicoli a guida autonoma. A mostrare questa inaspettata falla della sicurezza nei sistemi hardware è un esperimento condotto dai ricercatori dell'Università del Michigan, che hanno già allertato le principali aziende produttrici coinvolte e stanno sviluppando diverse soluzioni per risolvere il problema. "Noi umani abbiamo sensori come gli occhi, le orecchie e il naso: ci fidiamo di loro e li usiamo per prendere decisioni", spiega il ricercatore Timothy Trippel. "Se, al contrario, i sistemi autonomi non possono fidarsi dei loro sensi, allora la sicurezza e l'affidabilità di questi sistemi è destinata a fallire".