Attivisti contro Fb, fa colonialismo

Attivisti contro Fb, fa colonialismo
di Ansa

(ANSA) - ROMA, 28 LUG - Free Basics, la app di Facebook che consente l'accesso gratuito ma parziale a internet nei Paesi in via di sviluppo, non risponde ai bisogni delle popolazioni locali e, al contrario, fa "colonialismo digitale". L'accusa arriva da Global Voices, un gruppo di attivisti che ha analizzato lo strumento in Colombia, Filippine, Ghana, Kenya, Messico e Pakistan. Disponibile in 63 Paesi, e bandito dall'India l'anno scorso per violazione della neutralità della rete, Free Basics offre accesso a Facebook e a un numero limitato di siti e servizi di pubblica utilità. Stando al rapporto degli attivisti, Free Basics raccoglierebbe un numero ingente di dati degli utenti, ma senza dar loro ciò di cui hanno bisogno. Tra i punti deboli evidenziati, la mancanza della posta elettronica e del supporto alle lingue locali, l'accesso a pochi servizi del territorio e a molti siti statunitensi e inglesi.