Navigare con lo smartphone e risparmiare traffico dati

E' possibile, si deve solo seguire qualche accorgimento

Risparmiare traffico dati
Redazione Tiscali

E' ormai un dato incontestabile, dobbiamo essere sempre connessi alla Rete, a casa o in ufficio, in vacanza o per lavoro. Ma se a casa sfruttiamo l'abbonamento alla fibra o alla adsl (a proposito, date una occhiata alle offerte Tiscali), quando siamo in giro dobbiamo necessariamente sfruttare, in prima battuta, i giga resi disponibili dall'operatore col quale abbiamo sottoscritto un dato piano tariffario  

A meno che l'offerta non sia particolarmente generosa o che del cellulare non se ne faccia un utilizzo modesto, i giga non bastano mai e, soprattutto, finiscono molto in fretta. Troppo.

Ecco quindi alcuni consigli per farne un utilizzo oculato:

- Scegliete il piano giusto

Se prevedete di consumare molti giga nel corso del mese, una scelta opportuna sarebbe quella di sottoscrivere un piano appropriato. Tiscali Mobile offre addirittura un configuratore per calibrare le proprie esigenze, è possibile provarlo a questo indirizzo. In alternativa, potete consultare qui le offerte e le promo a tariffe convenientissime.

- Usate le reti wireless

Il primo consiglio è il più ovvio: usate le reti wi-fi il più possibile in modo da non intaccare il plafond mensile di dati a disposizione. Tenete anche conto, però, dei rischi che si corrono a navigare in reti wireless pubbliche, fuori di casa: evitate di fare operazioni bancarie o scrivere dati sensibili in chat, tutto può essere intercettato.

- Limitate il consumo di dati via software

I dispositivi basati su Android possiedono un meccanismo che permette di disabilitare automaticamente il traffico dati al raggiungimento di un determinato limite. Andate su Impostazioni > Utilizzo dati> Imposta limite rete dati e regolate la barra di scorrimento a vostro piacimento.

- Scaricate i brani musicali sul cellulare

Vi piace ascoltare i vostri brani preferiti da YouTube, Spotify o altri provider quando siete fuori casa? Ottimo, sappiate però che la musica in streaming (per non parlare dei filmati) consuma molta banda. Molto meglio scaricare i brani nella memoria dello smartphone e ascoltarli da lì.

- Navigate offline

Tra le app che utilizzano le maggiori quantità di dati ci sono, sicuramente, i navigatori, tra i quali il più noto è sicuramente Google Maps. E' facile, dopo una giornata in cui si è affrontato un lungo viaggio, trovarsi con una dotazione di mega notevolmente decurtata. Il rimedio che si può adottare, in questo caso, è quello di scaricare le mappe sul cellulare, per evitare che il cellulare le scarichi in continuazione durante il tragitto.  Eseguite la app, aprite il menu in alto a sinistra e selezionate Mappe offline. Toccate Seleziona la tua mappa e fate la vostra scelta, seguita da Scarica.

- Usate la compressione del browser

Diversi browser permettono di comprimere i dati in arrivo, risparmiando così sul traffico. Prendiamo Chrome, per esempio: toccate Impostazioni>Avanzate>Risparmio dati. Attivando il servizio, le pagine verranno inviate ai server di Google, compresse e infine mandate sul cellulare. In genere si ottiene un discreto risparmio.

- Sincronizzazione? Sì, ma con moderazione

E' molto comodo sincronizzare i dati di Google, Facebook etc. in modo tale che siano sempre aggiornati da qualunque piattaforma vi accediamo. Questa pratica, però, può consumare una discreta quantità di dati. Su Android aprite Impostazioni>Account, toccate Google (per esempio) e guardate tutte le voci che vengono sincronizzate. Siete davvero sicuri che debbano essere tutte abilitate? Disattivatene qualcuna non proprio indispensabile e avrete risparmiato qualche mega.