Le migliori app Android per tradurre

Non esiste solo Google Traduttore: ecco le alternative

app traduzioni
TiscaliNews

Affidare una traduzione a una macchina è sempre un azzardo:  è difficile che un computer si renda conto di tutte le possibili sfumature che si riscontrano non solo nella lingua scritta, ma soprattutto in quella parlata. Ciononostante, sul mercato esistono una pletora di servizi online e offline (app, software per computer, addirittura le prime traduzioni istantanee in tempo reale che -un giorno, forse- sostituiranno gli interpreti) che servono a farsi un'idea di un discorso e, in certi casi (quelli più semplici) avere traduzioni abbastanza precise.

Uno dei casi tipici in cui una traduzione istantanea è fondamentale è quando ci si trova in viaggio. E oggi, con uno smartphone si hanno a disposizione diverse alternative valide. Ecco quali sono:

1) Google Traduttore   

Qual è l'utilizzatore di smartphone Android che non ha mai provato questa app? E' sufficiente scegliere le lingue da/verso le quali tradurre, e si hanno a disposizione una buona gamma di possibilità: si può semplicemente digitare il testo, scriverlo a mano libera, inquadrare una pagina scritta o un cartello per strada e la traduzione salterà fuori subito. Addirittura in tempo reale, se si utilizza la fotocamera (con risultati molto approssimativi, abbiamo riscontrato). Molto interessante la possibilità di tradurre anche registrazioni vocali o conversazioni istantanee (pensate a un cameriere che vi elenca il menù...) .

La traduzione si può anche effettuare offline scaricando i vocabolari nella lingua che interessa.

Con Tiscali MyOpen puoi configurare l'offerta a seconda delle tue esigenze, clicca qui e prova!

 

2) iTranslate

L'app di Google è difficile da battere (anche se è tutt'altro che infallibile), ma iTranslate le sta dando molto filo da torcere. L'interfaccia è chiara e semplice, e c'è anche una opzione per salvare le espressioni per usarle in un secondo momento. Il testo (in 100 lingue) si può pronunciare o digitare, e la app effettua la traduzione anche pronunciandola in qualsiasi lingua.

Il riconoscimento vocale, in un ambiente tranquillo privo di rumori di sottofondo, è accurato. La app richiede un collegamento internet, diversamente da Google Traduttore che può funzionare anche offline.

3) Microsoft Translator   

La risposta Microsoft a Google permette di effettuare traduzioni in oltre 60 lingue. Si possono tradurre testi, conversazioni, foto e schermate. Molto interessante la modalità split-screen per due partecipanti che intrattengono una conversazione bilingue, e la possibilità di scaricare lingue per usarle offline in viaggio. Notevole anche la traduzione di testi in altre app attraverso la traduzione effettuata tramite menu contestuale. Per chi ce l'ha, è possibile anche sincronizzare le traduzioni  tra il cellulare e lo smart watchg Android Wear.