Come potenziare il Wi-Fi domestico usando un extender o un adattatore Powerline

Perchè scegliere l'uno o l'altro

potenziare wifi domestico
TiscaliNews

Quando si vive in una casa molto estesa, o su più piani, può essere davvero frustrante constatare che esistono dei punti nei quali il segnale non arriva o è molto debole. Purtroppo è uno scenario molto comune, che si può risolvere grazie ad appositi prodotti.

Per comodità si possono dividere in due grandi gruppi: gli extender Wi-Fi e gli adattatori Powerline.

Abbandona la tua vecchia ADSL e scegli Tiscali UltraFibra: la fibra ultraveloce fino a 1 Giga!

Per quanto riguarda gli extender: immaginate che l'unico posto in cui potete sistemare il vostro router Wi-Fi in casa è troppo lontano dalla stanza in cui vi serve la connessione. Vi serve, quindi, un apparecchio che sia in grado di "estendere" o "ripetere" (ecco perchè questi dispositivi sono chiamati anche "repeater") il segnale esistente.

I componenti di un extender sono due: uno si collega alla rete wireless esistente, trasmette il segnale all'altro componente, e i vostri dispositivi (smartphone, pc etc.) si collegano a quest'ultimo. La configurazione si effettua collegandosi a un indirizzo tramite browser, dal quale si possono inserire i dati di login della propria rete.

E' intuitivo che l'extender non lo si può piazzare ovunque, perchè dev'essere in grado di connettersi al router principale. Scegliete una zona che sia all'interno dell'area coperta dal router, ma più vicina alla zona che ha bisogno di copertura estesa.

Se dovete estendere il segnale in un'area veramente ampia potete collegare più dispositivi in una modalità nota come "daisy chain". Tenete presente, però, che il segnale diminuisce man mano che passa attraverso più repeater.

I repeater a singola banda ricevono e rimandano pacchetti usando una singola radio e un singolo canale. Sono quindi molto limitati per ciò che riguarda la larghezza di banda a disposizione. Quelli a doppia banda invece hanno due radio, e il problema è molto meno pronunciato, ma il prezzo è più elevato.

Gli adattatori Powerline sono invece dei dispositivi che, diversamente dai comuni extender, trasmettono il segnale Wi-Fi da una parte all'altra dell'edificio ma non devono essere necessariamente nel raggio del router.

Per convogliare il segnale internet si servono semplicemente della rete elettrica domestica. Basta collegare uno dei due componenti in una presa di corrente vicino al router, e l'altro in un'altra presa dove vi serve il collegamento internet. All'altra estremità potete collegare un dispositivo via cavo Ethernet.

Uno degli svantaggi più grandi degli extender Wi-Fi è la loro affidabilità: se da una parte si usufruisce di una connessione veloce, dall'altra ci si deve rassegnare al fatto che ci potranno essere delle volte in cui si subiranno rallentamenti o in casi estremi interruzioni del segnale. Aspetto molto frustrante se siete nel bel mezzo di una sessione di gioco online con gli amici, e imbarazzante se dovete fare delle videoconferenze di lavoro.