6 consigli per rendere WhatsApp più sicuro

E difendere la propria privacy

whatsapp sicuro privacy
TiscaliNews

Al giorno d'oggi, chi è che non usa WhatsApp? Dall'invio di semplici messaggi di testo, alla condivisione di foto e file, la privacy è messa costantemente a dura prova.

E' sufficiente, però, seguire qualche consiglio per mantenere al sicuro le proprie informazioni personali:

1) Verificate che le conversazioni siano cifrate

Nonostante WhatsApp codifichi tutte le chat di default, è buona norma effettuare comunque una verifica. Soprattutto se si scambiano dati sensibili come numeri di carte di credito o altre informazioni simili.

Avviate una conversazione con un vostro contatto, e nella finestra della chat toccate il nome del vostro amico e poi Crittografia. Comparirà una schermata con un QR Code e un numero composto da 60 cifre, che è il codice di sicurezza. Questo codice si può verificare a mano confrontando le cifre, oppure chiedendo al contatto di effettuare la scansione del QR Code, o facendo la scansione del QR Code del nostro amico, il tutto premendo il pulsante Scannerizza codice

2) Attivate le notifiche di sicurezza

Quando un nuovo cellulare o computer portatile accede a una chat preesistente viene generato un nuovo codice di sicurezza per entrambi i cellulari. E WhatsApp può mandare una notifica quando il codice di sicurezza cambia. In questo modo, è possibile controllare la cifratura con il vostro amico in un messenger diverso, garantendo la sua sicurezza.

Per abilitare le notifiche di sicurezza, aprite WhatsApp poi andate su Impostazioni (in alto a destra), Account > Sicurezza>Mostra notifiche di sicurezza e spostate la levetta verso destra.

3) Abilitate la verifica in due passaggi

L'autenticazione a due fattori aggiunge un codice di accesso periodico a WhatsApp e garantisce anche che ai vostri dati non possiate accedere che voi stessi.

Per attivarla, andate su Impostazioni > Account > Verifica in due passaggi> ATTIVA. Seguite i vari passi per creare un codice PIN a sei cifre che potrete ricordare facilmente. E, cosa importante, inserite il vostro indirizzo mail per recuperare quel codice, nel caso doveste dimenticarlo.

I controlli periodici per il codice di accesso vengono randomizzati, quindi non è proprio come mettere una password alla chat. Lo scopo consiste nell'impedire a chiunque di accedervi senza la vostra autorizzazione.

4) WhatsApp non si può proteggere tramite una password...o sì?

No, non è possibile mettere una password a WhatsApp in modo nativo, ma si può comunque ricorrere a una app esterna come Hexlock.

Sugli iPhone, invece, non esiste proprio alcun modo per proteggere WhatsApp con una password. Apple non consente di farlo, nè con un codice nè con Touch ID.

5) Disabilitate i backup su cloud

La cifratura delle chat è una gran cosa, se non fosse che WhatsApp effettua il backup delle chat su Google Drive o su iCloud. In questo modo, se lo reinstallate in seguito potete recuperare i vecchi messaggi, ma il backup non è cifrato.

Perciò, se ci tenete davvero alla vostra privacy, è una cosa che dovete disabilitare. E ricordatevi che salvare i vostri dati sui server di Google e di Apple non vi proteggerà dai governi che vogliono ficcanasare nei fatti vostri.

Quindi, per disabilitare i backup automatici su cloud fate così: su Android, Impostazioni > Chat > Backup delle chat >  Backup > Mai; su iPhone, Impostazioni > Chat > Backup delle chat > Backup automatico > Disattivato

6) Proteggete la vostra privacy

WhatsApp non sarà il messenger più riservato in circolazione, ma perlomeno offre all'utilizzatore un certo grado di controllo. Date un'occhiata alla sezione Impostazioni > Account > Privacy per vedere quanto è a vostra disposizione.

Potete far sì che chiunque, o solo i vostri contatti, veda la foto del vostro profilo. Oppure attivare o disattivare le conferme di lettura. O ancora, far sapere a tutti o meno a che ora è stato il vostro ultimo accesso al messenger.

Vi serve una connessione sicura e affidabile? Date uno sguardo alle offerte Tiscali!